martedì 8 settembre 2020

BILL GATES ED IL SUO PIANO PER IL CONTROLLO DEI VACCINI

 

Robert F Kennedy Jr. (in alto a sinistra nella foto) Espone Il “Piano Della Dittatura Dei Vaccini Di Bill Gates” – Cita Il “Complesso Messia” Distorto Di Gates
Dall’account di Robert F Kennedy Jr. IG
Robert Francis Kennedy Jr. è un avvocato ambientalista americano, autore e oppositore delle vaccinazioni.
 Kennedy è un figlio di Robert F. Kennedy e nipote dell’ex presidente John F. Kennedy. È il presidente del consiglio di amministrazione di Waterkeeper Alliance, un gruppo ambientale senza scopo di lucro che ha aiutato a fondare nel 1999.

Dal post Instagram di #RobertFKennedyJr oggi, 9 aprile 2020:

VACCINI , PER BILLGATES , SONO UNA FILANTROPIA STRATEGICA CHE ALIMENTA LE SUE NUMEROSE ATTIVITÀ LEGATE AI VACCINI (COMPRESA L’ AMBIZIONE DELLA MICROSOFT DI CONTROLLARE UN’IMPRESA GLOBALE DI IDENTIFICAZIONE VAC.) E GLI DÀ IL CONTROLLO DITTATORIALE SULLA POLITICA SANITARIA GLOBALE, LA PUNTA DI DIAMANTE DEL NEOIMPERIALISMO AZIENDALE .

L’ossessione di Gates per i vaccini sembra alimentata dalla convinzione messianica di essere ordinato a salvare il mondo con la tecnologia e la volontà divina di sperimentare la vita di esseri umani minori.

Promettendo di sradicare la polio con $ 1,2 miliardi, Gates ha assunto il controllo della National Advisory Board (NAB) dell’India e ha imposto 50 vaccini contro la poliomielite (fino a 5 anni) a tutti i bambini prima dei 5 anni. I medici indiani danno la colpa alla campagna Gates per un devastante ceppo vaccinale epidemia di polio che ha paralizzato 496.000 bambini tra il 2000 e il 2017. Nel 2017, il governo indiano ha represso il regime dei vaccini di Gates e sfrattato Gates e i suoi compari dal NAB.
Subito dopo i tassi di paralisi della poliomielite sono scesi precipitosamente. Nel 2017, l’Organizzazione mondiale della sanità ha ammesso a malincuore che l’esplosione globale della polio è prevalentemente l’effetto di una varietà di vaccini, il che significa che proviene dal programma sui vaccini di Gates. Le epidemie più spaventose in Congo, nelle Filippine e in Afghanistan sono tutte legate ai vaccini di Gates. Entro il 2018, ¾ dei casi globali di polio provenivano dai vaccini di Gates.

Nel 2014, #GatesFoundation ha finanziato test di vaccini sperimentali per HPV, sviluppati da GSK e Merck, su 23.000 ragazze in remote province indiane. Circa 1.200 di queste hanno sofferto di gravi effetti collaterali, inclusi disturbi autoimmuni e della fertilità. Sette sono morte. Le indagini del governo indiano hanno accusato i ricercatori finanziati da Gates di aver commesso violazioni etiche pervasive: spingendo le ragazze vulnerabili del villaggio nel processo di vaccinazioni, opprimendo i genitori, falsificando i moduli di consenso e rifiutando l’assistenza medica alle ragazze ferite. Il caso è ora nella Corte suprema del paese.

Nel 2010, la Gates Foundation ha finanziato uno studio sul vaccino sperimentale contro la malaria della GSK, uccidendo 151 bambini africani e causando gravi effetti avversi tra cui paralisi, convulsioni e convulsioni febbrili a 1.048 dei 5.049 bambini.

Durante la campagna MenAfriVac di Gates 2002 nell’Africa subsahariana, gli agenti di Gates hanno vaccinato con la forza migliaia di bambini africani contro la meningite. Tra 50-500 bambini hanno sviluppato paralisi. I giornali sudafricani si sono lamentati: “Siamo cavie per i produttori di medicinali”

L’ex economista senior di Nelson Mandela, il professor Patrick Bond, descrive le pratiche filantropiche di Gates come “spietate” e “immorali”.

Nel 2010, Gates ha impegnato 10 miliardi di dollari con l’OMS promettendo di ridurre la popolazione, in parte, attraverso nuovi vaccini. Un mese dopo Gates ha dichiarato a Ted Talk che i nuovi vaccini “potrebbero ridurre la popolazione”. Nel 2014, la Catholic Doctors Association del Kenya ha accusato l’OMS di aver sterilizzato chimicamente milioni di donne keniote non disposte con una falsa campagna di vaccinazione contro il “tetano”.
Laboratori indipendenti hanno trovato la formula di sterilità in ogni vaccino testato.
Dopo aver negato le accuse, l’OMS ha finalmente ammesso di aver sviluppato i vaccini per la sterilità per oltre un decennio.
Accuse simili arrivarono dalla Tanzania, dal Nicaragua, dal Messico e dalle Filippine.

Uno studio del 2017 (Morgensen et.Al.2017) ha mostrato che il famoso DTP dell’OMS sta uccidendo più africani della malattia che pretende di prevenire. Le ragazze vaccinate hanno sofferto 10 volte il tasso di mortalità dei bambini non vaccinati.
Gates e l’OMS si sono rifiutati di ricordare il vaccino letale che l’OMS impone ogni anno a milioni di bambini africani.

I sostenitori della salute pubblica globale in tutto il mondo accusano Gates di: dirottare l’agenda dell’OMS dai progetti che hanno dimostrato di contenere le malattie infettive; acqua pulita, igiene, alimentazione e sviluppo economico.
Dicono che abbia deviato le risorse dell’agenzia per servire il suo feticcio personale – che la buona salute arriva solo in una siringa.

Oltre a usare la sua filantropia per controllare l’OMS, l’UNICEF, il GAVI e il PATH, Gates finanzia aziende farmaceutiche private che producono vaccini e una vasta rete di gruppi di facciata dell’industria farmaceutica che trasmettono propaganda ingannevole, sviluppano studi fraudolenti, conducono sorveglianza e operazioni psicologiche contro il vaccino esitazione e uso del potere e dei soldi di Gates per mettere a tacere il dissenso e costringere alla conformità.
In queste recenti apparizioni ininterrotte di Pharmedia, Gates sembra felice che la crisi di Covid-19 gli darà l’opportunità di forzare i suoi programmi di vaccinazione del terzo mondo sui bambini americani ”.

Fonte: Fort Russ https://www.fort-russ.com/2020/04/robert-f-kennedy-jr-exposes-bill-gates-vaccine-dictatorship-plan-cites-gates-twisted-messiah-complex/

Traduzione: Luciano Lago

https://www.controinformazione.info/bill-gates-ed-il-suo-piano-per-il-controllo-dei-vaccini/

venerdì 4 settembre 2020

Robert Kennedy Jr., discorso pronunciato a Berlino il 29 agosto 2020 contro la politica autoritaria intrapresa col pretesto del coronavirus.

 


Grazie a tutti. Negli Stati Uniti i giornali dicono che sono venuto qui per parlare con 5.000 nazisti. E domani confermeranno esattamente che io ero qui ho parlato con 3-5.000 nazisti. Quando guardo questa folla, vedo l’opposto del nazismo: vedo persone che amano la democrazia, persone che vogliono un governo aperto, che vogliono leader che non mentano loro e che non assumano decisioni arbitrarie con il fine di orchestrare l’opinione pubblica. La gente non vuole più governanti che inventino leggi e regolamenti arbitrari per orchestrare l’obbedienza della popolazione. Vogliamo politici che si preoccupino della salute dei nostri figli e non del profitto loro e della lobby farmaceutica. Vogliamo politici che non facciano accordi con Big Pharma. Questo è l’opposto del nazismo. Guardo questa folla e vedo bandiere dell’Europa, persone con diverso colore della pelle, di ogni nazione, religione; persone che si preoccupano dei diritti umani, della salute dei bambini, della libertà umana. Questo è l’opposto del nazismo. I governi amano le pandemie, le amano per la stessa ragione per cui amano la guerra, perché permette loro di avere il controllo della popolazione che altrimenti non avrebbero. Le istituzioni si stanno organizzando per orchestrare un’obbedienza imposta.

Vi dirò qualcosa che per me è un mistero: tutte queste grandi e importanti persone, come Bill Gates e Anthony Fauci, hanno pianificato e pensato a questa pandemia per decenni, in modo che saremmo stati tutti al sicuro quando la pandemia Kennedy a Berlinofinalmente sarebbe arrivata. Eppure, ora che ci siamo, non sembra sappiano quello di cui stanno parlando. E vanno avanti così. Diffondo numeri e non sono in grado di dirti qual è il tasso di mortalità per il Covid. Non riescono a fornirci un test Pcr che funzioni realmente. Devono cambiare di continuo la definizione di Covid nel certificato di morte per farlo sembrare sempre più pericoloso. La sola cosa di cui sono capaci è aumentare la paura. Settantacinque anni fa, Hermann Goering testimoniò al Tribunale di Norimberga. Gli venne chiesto: come avete convinto il popolo tedesco ad accettare tutto questo? E lui rispose: «È stato facile, non ha nulla a che fare con il nazismo: ha a che fare con la natura umana». Puoi fare questo in un regime nazista, socialista o comunista, puoi farlo in una monarchia o in una democrazia. L’unica cosa che si deve fare per rendere le persone schiave è spaventarle. E se riesci a trovare qualcosa per spaventarle riesci a fargli fare qualunque cosa tu voglia.

Sessant’anni fa, mio zio John Fitzgerald Kennedy è venuto in questa città perché Berlino era la frontiera contro il totalitarismo globale. Oggi lo è ancora. Mio zio è venuto qui e ha orgogliosamente detto al popolo tedesco: «Ich bin ein Berliner». Oggi tutti quelli che sono qui possono orgogliosamente dire un’altra volta: «Ich bin ein Berliner». Fatemi dire un’altra cosa: non hanno fatto un buon lavoro con la protezione della salute pubblica, ma hanno fatto un ottimo lavoro nell’usare la quarantena per portare il 5G in tutti gli Stati e per portarci verso la moneta digitale, che è l’inizio della schiavitù. Perché se loro controllano il tuo conto in banca, controllano il tuo comportamento. E vediamo tutte queste pubblicità in Tv, che come slogan ripetono: «Il 5G sta arrivando nella tua città, cambierà la tua vita in meglio!». Sono molto convincenti queste pubblicità, devo dire. Perché Kennedy Berlinomentre le guardo penso: è fantastico, aspetto trepidante che arrivi la tecnologia di quinta generazione perché sarò in grado di scaricare un videogioco in 6 secondi anziché 16. È per questo che stiamo spendendo 5 trilioni di dollari per il 5G? No, il motivo è per la sorveglianza e la raccolta dati. Non è per voi o per me: è per Bill Gates, Mark Zuckerberg, Jeff Bezos e tutti gli altri.

La loro flotta di satelliti sarà in grado di sorvegliare ogni metro quadro sul pianeta, 24 ore al giorno. Ed è solo l’inizio: saranno anche in grado di seguire ognuno di voi attraverso i vostri smartphone, il riconoscimento biometrico facciale, il Gps. Pensate che ‘Alexa’ stia lavorando per voi? Lei sta lavorando per Bill Gates, spiandovi. Dunque la pandemia è una crisi di comodo, per le élite che stanno dettando le loro politiche. Gli dà laRobert Kennedy Jr.capacità di cancellare la classe media, di distruggere l’istituzione della democrazia e di portare tutta la nostra ricchezza nelle mani di una manciata di miliardari, per rendere ricchi loro stessi impoverendo gli altri. L’unica cosa che si interpone fra loro e i nostri figli è questa folla che è venuta in piazza a Berlino. Gli diremo: non cambierete la nostra libertà, non avvelenerete i nostri figli; noi vogliamo indietro la nostra democrazia. Grazie a tutti, e non smettete di lottare.

https://www.libreidee.org/2020/09/kennedy-a-berlino-pandemia-totalitaria-dal-regime-del-5g/

venerdì 14 agosto 2020

Migranti come turisti in vacanza

Undici migranti sbarcano con un barboncino al guinzaglio

di Magdi Allam

Se in Italia arrivi su un barcone e dichiari di essere fuggito da una guerra, acquisisci lo status internazionalmente tutelato di “richiedente asilo”, se invece arrivi in aereo, devi avere un visto d’ingresso e dimostrare di poterti mantenere.


Cari amici, è successo a fine luglio a Lampedusa. In undici, otto uomini e tre donne, sono sbarcati con bagagli e un barboncino al guinzaglio. Stanno tutti benissimo, gli uomini hanno il pancione e la barbetta curata. Vestono come turisti in vacanza. Il barboncino è di una delle tre donne, arrivata in jeans e cappello di paglia: “Sono stata 15 anni in Italia, poi sono tornata nel mio paese e ora sono tornata di nuovo in Italia perché mi piace. Spero di trovare un lavoro e la libertà perché in Tunisia è piena di carceri, è piena di schifo”Intervistata da News Mediaset la donna ha ricostruito il viaggio: “Abbiamo comprato, tutti quanti, una barca. Ognuno di noi ha dato un poco di soldi e abbiamo guidato per arrivare qua”.
Mi domando perché questo gruppo di amici anziché investire per comprare una barca, non abbia speso molto meno per comprare un biglietto aereo a tariffa ridotta? Perché spendono di più e rischiano la vita in mare, quando potrebbero spendere meno senza rischiare la vita? La risposta è semplice: se in Italia arrivi con un barchino e dichiari di essere fuggito da una guerra o che comunque la tua vita era in pericolo, hai la certezza di avere per due anni vitto, alloggio, paghetta, scheda telefonica, sanità e istruzione gratuitamente, acquisendo lo status internazionalmente tutelato di “richiedente asilo”. Ma se arrivi a bordo di un aereo con il tuo regolare passaporto, devi avere un visto d’ingresso e devi dimostrare di avere i soldi per mantenerti per il periodo di soggiorno.
Cari amici, mi auguro che il Governo, il Papa e i giornalisti la smettano di chiamarli “migranti” in fuga da guerre o violenze sociali. Mi auguro che la Magistratura e i giuristi riesumano correttamente la realtà del clandestino e il reato di clandestinità, internazionalmente imputabile a chi entra senza regolari documenti in uno Stato straniero.
Mi auguro che gli italiani si mobilitino affinché l’Italia, al pari di tutti gli Stati del mondo, riaffermi l’inviolabilità delle proprie frontiere marittime, terrestri e aeree. Uno Stato che di fatto ha abolito le proprie frontiere si trasforma inevitabilmente in una terra di tutti e di nessunoL’Italia è la casa comune degli italiani e gli italiani hanno il diritto e il dovere di salvaguardare la propria casa comune, esigendo che chiunque scelga di condividerla debba rispettare le nostre leggi, regole e valori.
Articolo di Magdi Allam
Rivisto da Conoscenzealconfine.it

martedì 21 luglio 2020

Recovery Fund: Meloni e FI sono con Conte “fatto buon lavoro”. Salvini si infuria

recovery fund centrodestra salvini meloni berlusconi

L’intesa raggiunta in Europa sul Recovery Fund che assegnerebbe 209 miliardi all’Italia, tra cui una parte a fondo perduto e una parte sotto forma di prestito a tasso agevolato, ha accontentato quasi tutti, a partire dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, fino alle forze di maggioranza e persino di opposizione, tranne una: la Lega di Matteo Salvini.

Al leader della Lega l’accordo tra i paesi dell’Unione europea non è piaciuto. Gli 82 miliardi a fondo perduto e i 127 di prestiti per l’ex ministro sono “una fregatura grossa come una casa in fondo al tunnel – Sono soldi in cambio di tagli e sacrifici”.
Molto diversi, invece, i toni degli altri due leader del centrodestra: Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi.

Giorgia Meloni riconosce al premier di “essersi battuto per contrastare le pretese egoistiche dei Paesi nordici” ma ha ottenuto un risultato inferiore alle speranze:
Abbiamo votato a Bruxelles per il debito comune, che ha reso possibile il Recovery Fund. Abbiamo tifato per l’Italia in ogni momento. Con la coscienza a posto ora, a negoziato concluso, voglio dire che Conte è uscito in piedi ma poteva e doveva andare meglio.  È stato sbagliato dare per acquisiti i 500 miliardi di sussidi proposti da Merkel e Macron e poi aprire a un taglio in cambio di zero condizionalità. È tornato a casa con meno sussidi e più condizionalità. Gli riconosciamo di essersi battuto per contrastare le pretese egoistiche dei Paesi nordici ma il risultato finale purtroppo non è quello che speravamo.” scrive su facebook.

In pratica la Meloni pur non essendo soddisfatta in pieno  la leader di Fdi non sembra particolarmente critica verso l’intesa europea e neanche nei confronti del presidente del consiglio.

martedì 7 luglio 2020

Colao ordina, Conte esegue: 5G, il Decreto Semplificazioni ci obbliga al rischio sanitario

L'immagine può contenere: 1 persona, il seguente testo "Nessuno sarà lasciato solo. Morirete di fame tutti quanti insieme"

di Maurizio Martucci
Ci sono le prove: pistola fumante, mandante ed esecutore. Un Governo che toglie poteri ai Sindaci per assecondare le aziende, fa l’interesse della lobby e non certo dei cittadini. Ma, in fondo, cos’altro potevamo aspettarci da una task force in smart working londinese pensata (apparentemente) per gestire l’emergenza pubblica del Covid 19, finita invece per appagare i target del business privato delle multinazionali. Fino a notte fonda, quattro ore di Consiglio dei Ministri sono serviti ieri per incassare un via libera vincolato ad intese. Il Decreto Legge cosiddetto Semplificazioni presentato da Giuseppe Conte è praticamente pronto, includerebbe 40 delle 50 grandi opere previste nella prima bozza, in tutto 50 articoli in oltre 100 pagine. Tra queste, come ordinato dal top manager del wireless Vittorio Colao nel dossier contestato da 20.000 cittadini scesi in piazza in 50 città nella giornata di mobilitazione indetta dall’Alleanza Italiana Stop 5G, un’accelerazione sul 5G nella mannaia censoria per tappare la bocca ai Sindaci dei quasi 600 Comuni d’Italia per la precauzione, il divieto d’installazione nuove antenne e la moratoria. Perché il problema di Colao-Conte sono diventati i sindaci che difendono la salute pubblica contro i pericoli dell’irradiazione di quinta generazione.


Al Titolo IV, Semplificazioni in materia di attività di impresa, ambiente e green economy, al comma 3 la bozza del Decreto prevede infatti una sorta di deregolamentazione per l’installazione di nuove Stazioni Radio Base, minando i Comuni nella possibilità di adottare regolamenti, riformulando la legge quadro del 2001 sulla protezione dalle esposizioni ai campi elettromagneticiMa soprattutto ostacolando i Sindaci, a quali si vuol impedire di emanare ordinanze Stop 5G.
Si legge nel testo: “(…) Tale aspetto assume ancora più rilievo nell’ottica di assicurare il completo dispiegamento del Piano strategico nazionale della banda ultra-larga, la piena diffusione della tecnologia 5G e tutte le connesse opportunità di crescita e sviluppo del nostro Paese, come reso ancora più evidente nel periodo del lockdown. La normativa attualmente vigente individua termini massimi per il rilascio dei permessi in ambito paesaggistico da parte delle amministrazioni preposte che pregiudicano l’esigenza di rapida realizzazione sul territorio degli impianti necessari per sviluppare le reti di nuova generazione, sia fisse che mobili. L’implementazione di tali reti può essere agevolata dalla riduzione di tali termini massimi di durata del procedimento di rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche e di specifici atti endoprocedimentali e, contestualmente, dalla certezza della durata e della conclusione dei procedimenti medesimi. L’emendamento proposto intende, pertanto, superare le criticità attuali attraverso la semplificazione (riduzione dei termini, unitamente alla loro certezza) dei procedimenti per l’ottenimento delle autorizzazioni paesaggistiche (…) “I comuni possono adottare un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici con riferimento a siti sensibili individuati in modo specifico, con esclusione della possibilità di introdurre limitazioni alla localizzazione in aree generalizzate del territorio di stazioni radio base per reti di comunicazioni elettroniche di qualsiasi tipologia e, in ogni caso, di incidere, anche in via indiretta o mediante provvedimenti contingibili e urgenti, sui limiti di esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, sui valori di attenzione e sugli obiettivi di qualità, riservati allo Stato”


Duro il commento di Agostino Di Ciaula, medico, presidente del comitato scientifico di ISDE Italia, medici per l’ambiente: si tratta di un”obbligo per legge di esposizione a rischio. Numerosi Sindaci sono consapevoli dei rischi legati al 5G e stanno utilizzando i pochi strumenti che la legge mette loro a disposizione per tutelare al meglio la salute pubblica. Stanno dimostrando di essere gli unici a sentire la responsabilità del ruolo istituzionale che rivestono e questo atteggiamento è un chiaro fastidio per la lobby della radiotelefonia. Alcuni giorni fa commentavo il “piano Colao” come una proposta iperliberista e pericolosa per la democrazia e per i diritti costituzionali. Oggi leggo che il governo, sulla scorta di quel piano, intende amputare traumaticamente le già scarse possibilità di intervento dei Sindaci. Sembra che nella relazione illustrativa della bozza del decreto “semplificazioni” si dica esplicitamente che “Viene … modificata l’attuale disciplina che prevede che i comuni possano … minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici”. Sono pronto a scommettere che il passo successivo sarà l’imposizione dell’aumento degli attuali limiti di legge. Uno schiaffo per chi crede ancora che le scelte politiche debbano essere prese guardando all’interesse pubblico, ponendo in cima alla lista delle priorità la tutela della democrazia e 
della salute. Una dimostrazione di arroganza del potere che dovrebbe suscitare indignazione nella maggior parte degli Italiani.

BILL GATES ED IL SUO PIANO PER IL CONTROLLO DEI VACCINI

  Robert F Kennedy Jr. (in alto a sinistra nella foto) Espone Il “Piano Della Dittatura Dei Vaccini Di Bill Gates” – Cita Il “Complesso Mess...